Mauro Laus e la fobia dell’islamismo

presidente-del-consiglio-regionale-del-piemonte
A causa dell’Isis e delle problematiche che colpiscono il suolo islamico e che sono note a tutti, il presidente del consiglio regionale del Piemonte, ovvero Mauro Laus, ha deciso di scendere in campo e schierarsi a favore di queste popolazioni spesso maltrattate e temute dalla popolazione italiana stessa.

Un convegno nel Piemonte

Mauro Laus TorinoMauro Laus, recentemente, ha incontrato diverse figure islamiche con le quali ha deciso di avere un rapporto professionale ma anche molto umano.
Questo per dimostrare, sia alla popolazione piemontese che a quella italiana nella sua complessità, come queste persone necessitino di una maggiore fiducia e soprattutto di una discriminazione che risulti essere assente.
In passato, Laus, ha voluto sottolineare come, la problematica della discriminazione razziale e ideologica nonché religiosa, hanno fatto in modo che, le tensioni tra le varie popolazioni, potessero essere presenti in tutto il suolo italiano.
Proprio per dare un buon esempio, Laus ha ben pensato di organizzare un particolare convegno intitolato Scuola e resistenza alle narrazioni dello Stato islamico e dell’islamofobia, per evitare che, tale problematica, potesse ancora essere presente sul suolo piemontese, dove lo stesso Presidente opera con costanza e cerca di affrontare delle tematiche civili che risultano essere importanti e soprattutto di interesse collettivo.

Di cosa si parlerà al Convegno

Durante il Convegno Scuola e resistenza alle narrazioni dello Stato islamico e dell’islamofobia, Mauro Laus ha parlato di tutte le motivazioni che non hanno fatto altro che rendere il rapporto, con le persone che provengono dalle zone islamiche, abbastanza teso e soprattutto poco piacevole da vedere.
Bisogna sottolineare che, Laus, ha voluto mettere in risalto come, l’islamismo, ha una storia ben radicata sulle sue spalle e di come, la suddetta, debba essere conosciuta in maniera completa, in maniera tale che sia possibile poter avere una panoramica completa del modo di pensare da parte di tali persone.
Laus ha messo in mostra come, la differenza di pensiero e religione, non deve essere la motivazione per la quale, la popolazione italiana, deve essere negativa nei confronti di queste persone, le quali hanno un modo di vivere differente ma comunque interessante e civile.
Le letture di alcuni libri e racconti islamici si sono svolti presso il Palazzo del Consiglio Regionale Piemonte, al quale Laus ha partecipato, in qualità di Presidente, con molta attenzione ed effettuando degli interventi abbastanza interessanti su tale tipologia di tematica.
Il Convegno potrebbe portare nuovi sviluppi per quanto riguarda le varie tematiche affrontate e soprattutto dovrebbero essere mirati a risanare un rapporto con queste persone che sono appunto islamiche.
Laus quindi prosegue nella sua crociata contro ineguaglianza tra persone di sesso, idee e religioni differenti, cercando di rimuovere razzismo e fobie di ogni tipo dalla mente dei cittadini piemontesi.